Esor-dire

venerdì 30 novembre 2007

esor-direUna decina di giorni fa a Torino e dintorni si è svolta questa cosa.

Mentre vi preparate per l’edizione dell’anno prossimo, potete leggere questo post.


Matrioska di link

mercoledì 28 novembre 2007

vibrisselibriVuoi contribuire alla pubblicazione di libri belli e sconosciuti? Nel blog dei Lanternati – un gruppo di lettura e scrittura nato per iniziativa di alcuni corsisti della Piccola Scuola di Scrittura Creativa e linkato da tempo nel blogroll di questa pagina – trovi un post che fa per te. Racconta l’avventura di Vibrisselibri (anche questo è tra i link), un’iniziativa del vulcanico Giulio Mozzi inaugurata circa un anno fa. Per saperne di più e partecipare, leggi questa pagina di Vibrisse, bollettino.


Chi di penna perisce

domenica 18 novembre 2007

pen intLo scorso 15 novembre, come ogni anno, International PEN ha celebrato la Giornata dello scrittore prigioniero – Day of the Imprisoned Writer – selezionando cinque casi nel mondo di scrittori (romanzieri, poeti, giornalisti ecc.) che sono detenuti a causa dei loro scritti. Quest’anno gli autori portati all’attenzione pubblica vivono in Gambia, Cuba, Iran, Myanmar e Uzbekistan. Il centro nordamericano di PEN compila anche un elenco degli scrittori uccisi negli ultimi 12 mesi. La maggior parte sono giornalisti e quest’anno 22 dei 51 registrati sono morti in Iraq.

Fondata a Londra nel 1921, International PEN è la più antica organizzazione per la difesa dei diritti umani e anche la più antica associazione letteraria internazionale. L’acronimo sta per Poets, Playwrights, Essayists and Novelists (Poeti, Commediografi, Saggisti e Romanzieri).



Altre scritture creative

giovedì 1 novembre 2007

gipiIl termine scrittura creativa può essere usato per indicare la cosiddetta letteratura (romanzi, racconti, poesie, opere teatrali e così via), ma comprende altri generi che sono esclusi dalla tradizione letteraria in senso stretto (vedi la definizione di creative nonfiction).

Per esempio? Opere di saggistica e giornalismo come quelle di Gian Antonio Stella o Naomi Klein, l’autobiografia letteraria alla Robert Pirsig, il romanzo a fumetti o graphic novel rientrano nel novero della scrittura creativa.

Non è solo una questione di etichette e classificazioni, ma di valore percepito. Il valore letterario di un’opera non è un fatto oggettivo e indiscusso, piuttosto è un processo che dipende dalla cultura e dall’immaginario collettivo.